L'officina della guerra. La Grande Guerra e le trasformazioni del mondo mentale



L'officina della guerra. La Grande Guerra e le trasformazioni del mondo mentaleIndagare Sul Processo Di Adattamento Di Milioni Di Uomini Alla Realt Della Grande Guerra Una Guerra Smisurata, Radicalmente Nuova, La Prima Guerra Tecnologica Di Massa L Obiettivo Che Si Pone L Autore Per Capire Il Primo Conflitto Mondiale E I Mutamenti Che Segnarono L Avvento Della Modernit Il Libro Non Si Occupa Dell Esperienza Di Guerra In Senso Circoscritto Ci Di Cui Milioni Di Uomini Fecero Simultaneamente Esperienza Tra Il 1914 E Il 1918 Non Era Solo La Guerra, Ma Il Mondo Moderno Un Mondo Pienamente Pervaso Dall Industrialismo E Dai Principi Di Efficienza E Standardizzazione, In Cui Lo Stato Si Insediava Capillarmente Nella Vita Privata E Nell Interiorit Di Ciascuno Mobilitando Sentimenti, Immagini, Nuove Forme Di Comunicazione Un Mondo In Cui Si Affermavano La Scrittura E La Fotografia, Il Grammofono E Il Cinema L Esperienza Della Guerra Perci Vista In Stretto Contrappunto Con Quella Del Lavoro Il Lavoro Della Guerra Era Una Nuova Manifestazione Delle Condizioni Del Lavoro Nella Societ Industriale Strumenti Essenziali Per Quest Analisi Sono Le Testimonianze Scritte Epistolari, Diaristiche, Memorialistiche Dei Fanti E Accanto A Esse, Intrecciate Con La Memorialistica Colta, Le Testimonianze Di Medici, Psichiatri, Psicologi Che Permettono Non Solo Di Esplorare Il Versante Traumatico Del Conflitto, Ma Di Penetrare Nella Loro Soggettivit E Di Delineare I Contorni Di Quel Mondo Nuovo Questa Terza Edizione Arricchita Da Un Saggio Inedito Dell Autore.

Is a well-known author, some of his books are a fascination for readers like in the L'officina della guerra. La Grande Guerra e le trasformazioni del mondo mentale book, this is one of the most wanted Antonio Gibelli author readers around the world.

[PDF / Epub] ★ L'officina della guerra. La Grande Guerra e le trasformazioni del mondo mentale ✪ Antonio Gibelli – Bluevapours.co.uk
  • Paperback
  • 300 pages
  • L'officina della guerra. La Grande Guerra e le trasformazioni del mondo mentale
  • Antonio Gibelli
  • Italian
  • 27 November 2017
  • 8833918211

10 thoughts on “L'officina della guerra. La Grande Guerra e le trasformazioni del mondo mentale

  1. Moloch says:

    Purtroppo, per svariati motivi, diverso tempo passato dalla fine della lettura alla stesura di questo post, pertanto quel che sar in grado di fare sar , pi che una vera e propria recensione , una specie di sintesi stringatissima dei temi trattati in questo saggio Servir alla mia memoria e spero comunque che, magari, invogli qualcuno a prenderlo in mano.Partito da uno spunto casuale l essersi imbattuto, nel corso di ricerche presso l Archivio storico della Provincia di Genova, in un fas Purtroppo, per svariati motivi, diverso tempo passato dalla fine della lettura alla stesura di questo post, pertanto quel che sar in grado di fare sar , pi che una vera e propria recensione , una specie di sintesi stringatissima dei temi trattati in questo saggio Servir alla mia memoria e spero comunque che, magari, invogli qualcuno a prenderlo in mano.Partito da uno spunto casuale l essersi imbattuto, nel corso di ricerche presso l Archivio storico della Provincia di Genova, in un fascicolo dal curioso titolo Maniaci militari , l autore ha deciso di affrontare, in questo saggio uscito in prima edizione nel 1991 un periodo in cui ancora, a suo dire, l uso delle fonti popolari per lo studio della Grande Guerra era a uno stadio quasi pionieristico , il problema di perch , in quanti e quali sensi la prima guerra mondiale viene generalmente, e secondo lui correttamente, vista come una frattura che introduce l umanit nel mondo moderno Solo per le sue dimensioni planetarie, o anche perch determin precise trasformazioni nel mondo mentale Alcuni sintomi e anticipazioni di quel che era di l da venire si ebbero, su scala minore, nel corso della guerra russo giapponese del 1904 1905 che le guerre fossero sempre state cruente e distruttive, dei corpi dei combattenti e dell ambiente naturale, certo, ma per la prima volta davanti agli occhi di chi la visse e la raccont ad es il celebre giornalista italiano Luigi Barzini si scaten la violenza di tecnologie capaci di avvicinarsi, e talvolta addirittura di sostituirsi agli sconvolgimenti di origine naturale quali terremoti e inondazioni Ancora di pi questo doveva avvenire nella guerra del 1914 18, i cui fronti, per i soldati assolutamente impreparati a quello spettacolo, furono incredibili e assordanti scenari dove il ru del cannone era una presenza costante e i bagliori e gli scoppi interrompevano la naturale successione del giorno e della notte.Guerra moderna e nuova anche per l inusitata capacit di invasivit nella vita del singolo sebbene gi fin dall epoca delle guerre napoleoniche il potere coercitivo dello Stato si fosse fatto sempre pi stringente, mai come ora le tradizionali forme di fuga e imboscamento, di renitenza alla leva, si dimostrarono estremamente difficili se non impossibili Gibelli intende tuttavia il potere di mobilitazione dello Stato anche in senso positivo , e cio con uno sforzo senza precedenti sulla propaganda.Ma, soprattutto, l autore sottolinea il carattere moderno del modello di soldato cercato e plasmato dalla guerra una massa di combattenti anonima , forza bruta, non specializzata, adatta a compiti ripetitivi e i cui scopi ultimi, per i pi , dovevano risultare poco comprensibili, in una parola quasi bestiale , in parallelo con il contemporaneo sorgere dei modelli di produzione del taylorismo e del fordismo, specialmente in USA.Di fronte a una tale macchina, l unica via di fuga per il singolo e qui si ritorna al nucleo originario della ricerca diventa immaginaria , pi che reale la follia, vera o simulata, del soldato, analizzata principalmente attraverso le testimonianze dei medici militari, i quali per altro sono pi agenti del potere che terapeuti, visto che la loro preoccupazione principale cogliere gli indizi della simulazione, che per noi, abituati a cercare un rapporto di collaborazione fra medico e paziente, suona paradossale qui si pu parlare piuttosto quasi di una sfida tra medico e paziente.In ultimo, guerra moderna anche per i mezzi usati per la prima volta per raccontarla cinema e fotografia.3,5 5http moloch981.wordpress.com 2014 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *